sabato, maggio 25, 2019
Home > Senza categoria > Ecco i trailer delle serie in arrivo per la stagione 2016/2017!

Ecco i trailer delle serie in arrivo per la stagione 2016/2017!

Siamo quasi in estate e questo significa tempo di hiatus, addii, cancellazioni e… i trailer autunnali!
Bisogna essere preparati a segnare su tvshowtime i nuovi arrivi e da qui potrete scegliere le nuove proposte che più vi possono interessare! Ancora troppa scelta? Nessun problema, ci siamo noi qui per presentarli e valutarli in breve!

[N.B.: le serie saranno messe in ordine alfabetico. Per ora sono usciti i trailer di abc, NBC e FOX, aggiorneremo la lista quando gli altri canali faranno uscire le nuove proposte]

 

Alex, Inc. (abc)

Di cosa parla: la storia della nascita del podcast StartUp ripresa da Zach Braff che produrrà, dirigerà e sarà il protagonista della serie.

Perché seguirla: Z A C H   B R A F F!!! Devo aggiungere altro? È il suo primo ruolo in tv dai tempi di Scrubs, bisogna dargli una chance.

Perchè mollarla: Onestamente il trailer non è granchè, strappa giusto un paio di risate e per il trailer di una comedy non è un buon segno. Si può sempre sperare che si siano lasciati il meglio per lo show.

 

The Brave (NBC)

Di cosa parla: Una squadra speciale antiterrorismo deve recuperare un ostaggio americano, Kimberly, in medio oriente.  E distruggere una cellula terroristica nel tempo libero.

Perché seguirla: casting di attori bellocci e fisicatissimi, alta tensione, un certo Homeland vibe (hanno un creatore in comune), ambientazione esotica.

Perché mollarla: sembra simile ad Homeland, ma non è Homeland. Ha l’aria di essere infarcita di stucchevole retorica USA pro militari.

 

The Crossing (abc)

Di cosa parla: un grosso gruppo di persone vengono salvate dall’affogare nell’oceano. Tutto normale finchè queste persone affermano di essere nate tra un paio di secoli, mostrano dei super poteri e dicono di star scappando di una guerra.

Perché seguirla: avrà probabilmente a che fare con alieni e/o viaggi nel tempo, se è il vostro stile avete trovato la prossima ossessione

Perché mollarla: magari vi fa schifo la fantascienza. O amate la fantascienza e sapete che queste serie possono riuscire o infinitamente bene o virare su toni estremamente trash, e non volete rischiare il trash.

 

Deception (abc)

 

Di cosa parla: Cameron Black, il miglior illusionista al mondo, comincia a collaborare con l’FBI perché loro cercano un lord della droga e lui il prestigiatore che lo aiuta. Ah, la poliziottaco-protagonista odia la magia. Se finiscono insieme pretendo 1000 dollari dalla abc per estrema prevedibilità.

Perché seguirla: trasuda trash da tutti i pori.

Perché mollarla: trasuda trash da tutti i pori.

 

The Defenders (Netflix)

Di cosa parla: dei 4 eroi di New York che finalmente si incrociano per picchiare un po’ di gente, possibilmente cattivi della Mano.

Perché seguirla: vi siete visti Daredevil (x2), Jessica Jones, Luke Cage e pure Iron Fist solo per arrivare qui. Non mentite, già a vedere Matt avvocato di Jessica avete cominciato a piangere di gioia.

Perché mollarla: i supereroi sono per bambini. Sono brutti e stupidi. Onestamente non lo so, aspetto da anni questa serie, non riesco a trovare un motivo valido per non cominciare a vederla alle 09:01 del 18 agosto.

 

For the People (abc)

Di cosa parla: la serie segue un gruppo di aspiranti avvocati mentre fanno praticantato per diventare avvocati veri. Ovviamente seguiremo anche la loro vita privata. Insomma, Grey’s Anatomy ma con gli avvocati. Come dite? È dai produttori di Grey’s Anatomy? Ma non hanno già fatto HTGAWM con giovani avvocati? Ah, che bella la varietà targata abc!

Perché seguirla: siete studente di giurisprudenza e avete bisogno di ricordarvi che la vostra facoltà è figa tra un esame di diritto romano e l’altro. E amate lo stile Shonda Rhymes.

Perché mollarla: Odiate i legal. E lo stile Shonda Rhymes.

 

Ghosted (FOX)

Di cosa parla: un commesso e un poliziotto del supermercato sono rapiti dal Bureau Undergound per fare indagini sugli alieni, che a quanto pare esistono e stanno invadendo la terra.

Perché seguirla: i toni sembrano così bizzarri che possono funzionare e Craig Robinson e Adam Scott sono due brillanti attori comici che insieme possono far faville, chiedere ai fan di Parks and Recreation/The Office/Brooklyn Nine Nine. E avete una una cotta per Adam Sco- ah no, quella sono io.

Perché mollarla: tralasciando che il trailer sembra il riassunto del pilot, la scrittura non sembra il massimo. Craig e Adam sono bravi, ma di un minimo di base ne hanno bisogno.

 

The Gifted (FOX)

Di cosa parla: nuova serie Marvel sull’universo degli X-Men per la regia di Bryan Singer. Un ragazzino scopre di non essere un outcast, solo dotato di superpoteri e ovviamente dovrà imparare ad usarli.

Perché seguirlo: YEEEE, UNA NUOVA SERIE MARVEL SUI MUTANTI! E IL TRAILER PROMETTE BENE!

Perché mollarlo: Cosa, un’altra serie Marvel sui mutanti? Ma a quante serie Marvel siamo arrivati? E perché le uniche scene fighe della serie sembrano essere già tutte nel trailer?

 

The Good Doctor (abc)

Di cosa parla: un ragazzino geniale con autismo diventato chirurgo giovanissimo comincia a praticare la professione in un nuovo ospedale. Lì dovrà bilanciare il suo saper stupire con la sua mente brillante e la sua difficoltà nel rapportarsi con le persone.

Perché seguirla: se la serie tiene le promesse del trailer sarà uno degli show di cui si parlerà tanto in futuro. Ed è una serie che ha come protagonista una persona con autismo, caso più unico che raro.

Perché mollarla: è dai creatori di House e sembra un House giovane con autismo.

 

The Gospel of Kevin (abc)

 

Di cosa parla: Kevin, pecora nera della famiglia, va a vivere a casa della sorella e della nipote. Quella notte un meteorite cade, Kevin e la nipote vanno a controllare e Kevin scopre di avere una specie di angelo custode/allenatore che lo segue per farlo diventare un’anima pura e salvare il mondo insieme ad altri puri.

Perché seguirla: boh, vi piace il trash e amate tanto tanto tanto Jason Ritter?

Perché mollarla: a parte l’aurea trash generale, il concept sembra simile a quello di Joan of Arcadia (aka la tipa che vedeva Dio) e la serie dell’anno scorso con Jane Lynch, entrambe cancellate in fretta, quindi le premesse non sono delle migliori. Smettetela di provarci, queste serie non piacciono.

 

Inhumans (abc)

Di cosa parla: spin off della serie madre Agents of SHIELD, dove abbiamo già incontrato gli inumani, ma stavolta ci focalizzeremo sulla famiglia reale degli inumani in arrivo sulla terra.

Perché seguirla: Iwan Rheon! E perché siete Marvel addicted e ancora sperate di vedere i fratelli maggiori dello SHIELD fare capolino nella serie.

Perché mollarla: EBBBASTACONSTESERIEMARVEL! Poi avete visto i capelli fluo di Medusa? Ve li passo io 5 euro per una parrucca decente.

Indovina chi è Medusa

 

The Mayor (abc)

 

Di cosa parla: un giovane rapper nero si candida a sindaco della sua città per farsi pubblicità e diventare famoso, peccato che viene eletto.

Perché seguirla: è onestamente il trailer più divertente visto fino ad ora. E se siete orpani di Glee c’è Lea Michele che interpreta una Rachel Berry se avesse avuto come passione la politica e non la musica.

Perché mollarla: non vi piacciono le comedy e ancor meno la politica.

 

LA to Vegas (FOX)

Di cosa parla: dei piloti e hostess/stewards che fanno quasi quotidianamente da Los Angeles a Las Vegas e viceversa

Perché seguirla: sembra carina e l’ambientazione è nuova (no, Piloti di Rai2 non conta)

Perché mollarla: ha l’aria di poter esaurire la carica comica in fretta

 

The Orville (FOX)

Di cosa parla: spazio, una ciurma di disadattati su una navicella guidati da un capitano incapace. In breve, una parodia di Star Trek.

Perché seguirla: siete fan di Star Trek e di Seth McFarlane.

Perché mollarla: siete fan di Star Wars e di Matt Groening.

 

The Resident (FOX)

Di cosa parla: medical drama, protagonisti Logan Huntzberger versione medico, bravissimo dottore ma sbruffone, il suo primario che è una vecchia star della medicina e un giovane e promettente medico indiano alle dipendenze del medico sbruffone. Ma ehi, lui è sbruffone e irritante solo perché ha ucciso una bambina sbagliando dosaggio, in realtà ha il cuore tenero!

Perché seguirla: Matt Chruxzhy Logan. E perché solo Grey’s Anatomy non soddisfa la vostra sete di soap.

Perché mollarla: è un polpettone già visto e rivisto di vecchi medical.

 

Splitting Up Together (abc)

Di cosa parla: una coppia sposata e con figli divorzia, ma continua a vivere insieme. Riusciranno a gestire la situazione da bravi genitori? E finiranno di nuovo insieme oppure capiranno che non si può tornare indietro nel tempo?

Perché seguirla: Jenna Fisher! E cercate una commedia romantica versione serie tv.

Perché mollarla: non sembra nè particolarmente nuova nè particolarmente divertente.

 

Star Trek: Discovery (CBS, distribuito in Italia settimanalmente da Netflix)

Di cosa parla: è uno dei franchise più famosi al mondo, davvero devo spiegare di che parla?

Perché seguirla: siete fan di Star Trek o volete cominciare Star Trek.

Perché mollarla: non volete sporcarvi la reputazione di fan di Star Wars. 

 

Ten Days in the Valley (abc)

Di cosa parla: una ragazzina figli di divorziati viene rapita, il mistero si infittisce tra nessuno che dice la verità e i genitori che litigano.

Perché seguirla: siete a corto di polizieschi.

Perché mollarla: non sembra malaccio se piace il genere, ma mi ci gioco il mio abbonamento Netflix che anche se sembra un format adatto ad una miniserie allungheranno il brodo e la rinnoveranno fino ad almeno a 3 stagioni

 

Will and Grace revival (NBC)

Di cosa parla: una delle comedy anni ’90 più famose di sempre, il revival che nessuno si aspettava ma che tutti hanno accolto felicemente.

Perché seguirla: Jack e Karen!

Perché mollarla: odiate divertirvi.

 

Young Sheldon (CBS)

Di cosa parla: è il tanto chiacchierato spin off/prequel di The Big Bang Theory dedicato al piccolo Sheldon con il giovanissimo Iain Armitage come protagonista e Jim Parson che farà da narratore

Perché seguirla: Iain in Big Little Lies ha mostrato di essere tanto giovane quanto promettente attorialmente. Il trailer è già migliore delle scorse tre stagioni di TBBT messe insieme e riesce ad unire momenti divertenti e commoventi nell’arco di 5 minuti (il faccino di Iain aiuta). Poi è una single-camera comedy (al contrario di TBBT che è multi-camera) che significa stile diverso dalla serie madre e NIENTE RISATE REGISTRATE! *partono i cori di alleluia*.

Perché mollarla: beh, è pur sempre TBBT, o lo si ama o lo si odia. Inoltre vedendo come la CBS tratta TBBT tenete in considerazione che anche Young Sheldon venga rinnovato all’infinito solo perché fa ascolti, infischiandosene della qualità. Solo l’inevitabile crescita di Iain può aiutare a contenere il numero di stagioni. Forse.

Commenti

Agostina Russo
La mia vita è un pendolo tra la comunicazione politica e le serie tv. Potete trovare le mie opinioni non richieste su quest'ultime su School of Telefilm e ancora di più su Twitter @tinagoTV. In breve, la versione reale di Ben Wyatt: tv-geek, aspirante campaign manager, human disaster.
http://www.schooloftelefilm.it/
www.000webhost.com