martedì, aprile 23, 2019
Home > Recensioni > Arrow > Recensione Arrow – 6×01 – “Fallout” #Passion

Recensione Arrow – 6×01 – “Fallout” #Passion

copertina

Non è Arrow se non c’è un dramma. E’ così spiacevole essere sfigati. Non è giusto che alcune serie tv possano avere tutto ciò che desiderano, altre invece no.

Ma abbiamo Stephen ed Emily, e la visione dell’uno e dell’altra. Ma il sesso Olicity non c’è e non lo avremo ancora per molto. *

Evviva evviva anche Balck Siren è riuscita ad entrare nell’Arrow Cave, il rifugio meno segreto e sicuro dell’universo!

Ciao mie piccole donne,  siamo di nuovo qua, al via di una nuova stagione di Arrow. La sesta ovvero la prima che non avrebbe esserci esserci. Perché come ha detto Guggenheim “Non ci aspettavamo tutto questo successo”. In questi anni abbiamo detto addio a molti personaggi, buoni e cattivi, amati e meno amati. Ebbene, gioite perché a quanto mi sembra di capire, ci saranno “ritorni” importanti quest’anno. Anche se ormai, lo sanno anche le pietre: il successo di Arrow è merito di Stephen Amell, il miglior OLiver Queen che gli autori potessero mai sperare. E ne sono così coscienti, che quando lo scorso anno lui ha detto di cambiare la trama, lo hanno fatto , e hanno salvato la stagione. Auguriamo lunga vita a Capitan Amell, e che la forza sia con te, regala un po’ di gioie ad Oliver, che ha già vissuto abbastanza drammi in vita sua.

L’ultimo in ordine di tempo, è stato assistere inorridito all’esplosione di Lyan You, l’isola dove tutto iniziò cinque anni fà.

 
 Si, perché Oliver Queen ha finalmente tagliato i ponti col passato, e lo ha fatto in grande stile.

 Oliver Queen non è più  un naufrago, non è più un’agente di Amanda Waller, né uno spietato membro della Bratva. L’0scurità che aveva contaminato la sua anima, si è pian piano dissipata, fino a scomparire. Adesso è un uomo nuovo, un supereroe nuovo, ma soprattutto è un papà.

Il tema di quest’anno sarà difatti la famiglia, è per questo motivo che nutro speranze di rivedere la bellissima mamma Smoak in qualche episodio.

Il titolo di questa stagione sarà difatti “piccoli padri crescono”, ce li hanno presentati proprio in questo episodio.

Oliver Queen

Il più bello di tutti !!! Il DILF che tutte noi vorremmo .

Dovrà imparare molte cose, una di queste è a rinunciare al sesso, perché i genitori hanno priorità più urgenti rispetto a questo. E già mi pare, ne abbia avuto un assaggio.

Dovrà capire che tipo di padre vorrà essere, per il suo adorabile figlio. Tralasciando il fatto, che penso che Robert non sia stato un padre amoroso e presente nella sua,

penso anche qualunque padre sia stato Robert, Oliver non vorrà essere come lui.

Ma la cosa più difficile di tutte, sarà fare tutto ciò, mentre farà il Sindaco ma soprattutto mentre combatterà il male con il costume di Green Arrow.

Oliver aveva scelto solo qualche anno prima, di rinunciare all’AdorabileWilliam, per proteggerlo dai pericoli della vita che lui conduceva. Come farà adesso a proteggerlo?

Ma soprattutto come farà a superare la paura che ogni genitore prova quando teme per la vita di suo figlio? Oppure addirittura, quando teme per la sua di vita?

Sono impaziente, di vedere le scelte e le rinunce che Oliver dovrà fare in nome del figlio.

Slade Wilson

Di suo figlio al momento sappiamo veramente poco, della sua famiglia ancora meno. Sappiamo solo che a suo modo, è stato più un padre che un amico per Oliver,

….  come dice “hei ragazzo” lui !!!!

Quentin Lance

Purtroppo per lui, dovrà fare il percorso inverso.

Dovrà accettare il fatto che non è più un padre, o meglio, che non è più il papà di Laurel Lance.

Perché sua figlia, Laurel,  è morta.

  Black Siren ha solo le sue sembianze, non è Laurel.

Rene Ramirez

Il papà più piccolo di tutti, ovvero quello che io chiamo CBCR.

Cresci Bene Che Ripasso.

Il quarto papà, il più giovane ed insicuro. Il papà che dovrà riscattarsi agli occhi di sua figlia, ma forse ancor più a se stesso. Rene ha subito un grande trauma, come uomo, come padre e come marito.

Si sente , tragicamente responsabile della morte della moglie, , la madre di sua figlia. Lui sa come si fa a fare il genitore, non deve imparare niente in tal senso. Avrà un compito comunque molto difficile, dovrà riuscire a perdonarsi per aver strappato la mamma a quella figlia che ogni giorno si troverà davanti agli occhi, perché solo così facendo potrà essere quel genitore affidabile e sicuro che ogni bimbo merita.

Detto fra di noi:

  • Ho voluto dedicare l’inizio del post, piccoli padri crescono, al libro di piccole donne, rivisitandone il suo bellissimo incipit.
  • Alla fine quinta stagione: ” Menomale che ci siamo sbarazzati dei flashback !!!”
  • “Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”

  • ” Ancora tu. Ma non dovevamo vederci più?” Ed io, ingenua che penavo di essermi finalmente liberata di lei !
  • Thea, mia piccola Speedy, che cosa hanno per te in serbo gli autori? Non possiamo far trascorre un anno tranquilo ad Oliver sena drammi? Sarebbe ora!

 

  • Che qualcuno licenzi il parrucchiere di Arrow !!! Questa vecchia messa in piega non si può guardare.

 

  • Ok, siamo tornati a toccare le spalle!!! Cari bei vecchi tempi, quando Oliver non poteva tenere le mani a posto.

  • Un po’ mi mancano le prime stagioni, avevano un no so che. Avevano la forza del Trio. Guggo-Kreisberg-Berlanti.

  • In questo episodio dedicato ai padri, lasciatemi mandare un enorme bacio al mio, che da pochi mesi mi ha lasciata. Un bacio quindi a tutti i padri, e a tutte quelle figlie che da poco, o da molto, lo hanno perso. 

Un bacio Passion 

Non dimenticatevi di seguire il nostro blog , dalla nostra pagina facebook e dalle mie care pagine di Arrow     Arrow • Oliver & Felicity •,  , There was just something about you.     Olicity I love spending The night With You,  Arrow e The Flash , Olicity ϟ , My name is Oliver Queen ϟ Arrow Italy ,  TvSeries Addicted ed altro , telefilm e film che passione ,  Once a Fangirl Always a Fangirl ,   Alwas Emily Bett Rickards ; The ArrowCave

Commenti

www.000webhost.com